Diario di una maturanda

Sono le due e sedici del mattino. sono seduta sul tappeto, con il pc davanti e il gatto accanto. fa troppo caldo per stare sul letto,e la scrivania è ricoperta di libri e fogli di ogni genere.

ho appena finito di scrivere l’ennesima mail all’ennesima prof che penserà “quale persona malata mi rompe le scatole alle due del mattino per sapere se va bene la presentazione su Kafka? e poi cosa me ne frega del doodle dello scarafaggio?”. lo so che penserà così, in effetti lo penso anche io.

la mia tesina è sempre lì, sempre allo stesso punto. ho raccolto e stampato tutto il materiale che mi serve, l’ho ordinato e imbustato in cartelle colorate, ho messo simpatiche graffette rosse nelle pagine dei libri che devo consultare….e ho lasciato tutto così, bello in ordine, senza fare un cacchio.

il ripasso delle altre materie va, se possibile, anche peggio. la matematica ha deciso improvvisamente di andare al mare, e io mi ritrovo a non saper fare un’equazione di secondo grado semplice semplice ( vado allo scientifico. già). non parliamo di filosofia, se durante l’anno mi era sembrato di cavarci i piedi, ora mi ritrovo a non distinguere Hegel da mio zio Ciro. e poi da quando la storia ha così tante battaglie da ricordare, leggi da sapere, date da memorizzare…?

ogni tanto penso “stai tranquilla, tutto quello che hai fatto durante l’anno ti tornerà in mente al momento giusto”…hey, momento giusto, mancano dieci giorni all’esame, magari è l’ora di presentarsi!!

dieci giorni….. possono sembrare pochi ( e in effetti per chi, come me deve ancora fare tutto, lo sono) ma passano pianissimo. si suol dire che è meglio cavarsi il dente velocemente, ecco mi piacerebbe.

che poi chi l’ha deciso che la maturità deve essere d’estate? mi auguro che non sia per qualche grottesco paragone con la frutta che matura d’estate… sarebbe così bello fare l’esame quando fuori piove, è deprimente, e la prospettiva di studiare ti ricorda quanto triste e vuota sia la tua vita…..okay, forse sarebbe meglio non farla per niente, la maturità. il bel tempo non aiuta, ma non credo che studiare il programma di dieci materie in dieci giorni sia più semplice in autunno inoltrato.

sto delirando, lo so. sono gli sfasi di una ragazza che non ne vuole più mezza di studiare. sono le due e mezza ora. ho concluso che la mia tesina sarà spontanea, non mi preparerò troppi discorsi. o forse lo farò, ma non stanotte. ora devo proprio fare altro, non posso vivere studiando. okay, apro youtube….gli sguardi delle persone nelle anteprime dei video sembrano minacciose “vai a studiare sciagurata invece che perdere tempo online”…okay okay vado a studiare.

non credo che le altre ragazze del bar stiano tanto meglio di me, per cui forse non ci sentirete per un pochino…ma tranquilli, torneremo, e quel punto saremo mature e libereeee

sperem

stancamente vostra, FlaME

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: