il genio Myazaki, La Città Incantata (da I Ragazzi Del Kursaal)

gl

Trama: La piccola Chihiro non sopportal’idea di traslocare e di perdere i propri amici, ma non può far niente per impedirlo. Proprio quando la famiglia è in viaggio verso la nuova casa, il padre imbocca una strada sterrata che termina davanti a un tunnel misterioso. I genitori sceglieranno di attraversarlo nonostante le rimostranze di Chihiro, per giungere a un parco dei divertimenti abbandonato, almeno apparentemente.

Commento: “La Città Incantata” è sicuramente il film di Myazaki più apprezzato e premiato (Orso d’oro a Berlino e Oscar per migliore film d’animazione) da noi occidentali.
L’accoglienza fu ottima, si parla di 275 mln di euro nel mondo (cifra non sbalorditiva) ma di questi 230 nel solo Giappone, diventando il film più visto del paese (un Giapponese su sei lo vide).

Il livello tecnico di realizzazione è sicuramente altissimo (personalmente prediligo una tecnica di disegno classica al digitale) con tratti più morbidi ma sopratutto una quantità di colori assolutamente fantastica.
Le musiche accompagnano tutta l’opera in ogni sua sfaccettatura, dalle scene più drammatiche a quelle in cui emerge tutta la felicità del caso.

Ma quest’opera va oltre i disegni e lemusiche..
Infatti il maestro Myazaki con questo suo capolavoro riesce a raggiungere i livelli narrativi dei tempi lontani rendendo “La Città Incantata” un racconto pedagogico contemporaneo dove la struttura fiabesca deve solamente aiutare la fruizione dei suoi messaggi.
Questo non è un film per bambini, ma una storia sulla crescita e sul moglioramento personale raggiungibili solo con dedizione e sacrificio alla causa!

Vi è una definizione diffusa nella quale lo studio

Ghibli viene paragonato ad un “Vento Caldo” e beh.. È esattamente così alla fine delle due ore scarse di proiezione ieri (si ieri, il film è stato riproiettato nei giorni scorsi) mi sentivo coccolato, amato da ciò che avevo visto. Avevo un’emozione incredibile non descrivibile a parole ma solo individuabile nei momenti in cui l’arte e la magia divengono realtà.

Guardatevelo e vi sentirete librare proprio come Chihiro ed Haku.
Non ve ne pentirete..davvero

 

 

Giacomo Lenzi

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: